Sono in calo i tassi di interesse per il credito agevolato: con questo secondo ribasso, dopo tre periodi consecutivi di aumenti, il tasso di ottobre per i finanziamenti alle imprese dei settori industria, commercio, artigianato, editoria, tessile e zone sinistrate del Vajont (settore industriale) ha raggiunto quota 2,23%. I dati utili per la determinazione dei tassi di riferimento relativamente alle operazioni di credito agevolato da stipularsi nel mese di ottobre 2015 sono stati comunicati dalla Banca d’Italia.
Con riferimento al credito agevolato, a settembre il tasso era stato del 2,38%, lo 0,15% più alto e, quindi, ancora decisamente al di sotto delle variazioni di segno opposto intervenute nei periodi precedenti. La variazione è dunque ancora troppo contenuta perché i valori dei tassi agevolati delle leggi che dipendono dal tasso di riferimento nazionale possano mostrare sensibili oscillazioni.
A risultare nuovamente in diminuzione, per il secondo mese di fila, anche i valori dei rendimenti effettivi lordi dei titoli pubblici soggetti a tassazione: 1,266% ad agosto 2015, pari allo 0,167% in meno rispetto al valore di 1,433% di luglio. Da sottolineare che all’andamento dei titoli pubblici è direttamente legato il valore del tasso di riferimento, rappresentandone la componente variabile mentre il valore della commissione onnicomprensiva a favore degli Istituti di credito resta fissa per tutto l’anno.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here