Telefonia: agevolazioni per 2,6 milioni di famiglie

L’Agcom ha deciso di estendere le agevolazioni per le famiglie in condizioni economiche disagiate che intendono sottoscrivere contratti di telefonia, arrivando così a 2,6 milioni di nuclei familiari.

“Bene, ottima decisione aver esteso le agevolazioni alle famiglie in povertà relativa. Ora auspichiamo che tutti gli aventi diritto presentino subito domanda e che non succeda come per l’energia, dove molti nuclei non usufruiscono del bonus, pur avendone diritto” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione nazionale consumatori.

“E’ questa l’occasione per legare tutti i bonus, gas, luce, acqua, telefonia e canone Rai, al database dell’Inps o comunque ad altri strumenti che consentano l’erogazione automatica delle agevolazioni, senza dover presentare apposita domanda. Altrimenti si rischia di sminuire questa importante decisione” conclude Dona.

Potranno usufruire del nuovo bonus telefonia quelle famiglie con un indicatore di situazione economica equivalente (Isee) inferiore a 8.112,23 euro. Sono stati rimossi i precedenti vincoli che condizionavano l’accesso alla presenza nel nucleo familiare di anziani al di sopra dei 75 anni, di percettori di pensioni sociali o di invalidità, o di capifamiglia disoccupati. In aggiunta al preesistente sconto del 50% sul canone di accesso alla rete telefonica, in base al quale i beneficiari delle agevolazioni pagano 9,5 euro al mese invece di 19, il nuovo sistema di agevolazioni prevede anche 30 minuti gratuiti di telefonate verso tutte le numerazioni nazionali fisse e mobili.

Fonte: Unione nazionale consumatori

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here