Copyright, per l’Unione nazionale consumatori pessima notizia, il Parlamento europeo approva la riforma

La direttiva limita oltre misura la facilità di accesso alle informazioni. Colpito il pluralismo e la diffusione delle notizie

Il Parlamento europeo ha approvato  la proposta di riforma del Copyright.

“Pessima notizia! La riforma approvata, purtroppo, non riesce a coniugare la sacrosanta tutela del diritto d’autore e l’informazione di qualità con la facilità di accesso alle news, salvaguardando la libertà della rete ed il diritto dei consumatori ad un’informazione libera ed accessibile” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.

“Avevamo scritto ai parlamentari europei, denunciando che la direttiva avrebbe finito per limitare oltre misura la facilità di accesso alle informazioni online, soprattutto a discapito dei consumatori. In particolare gli articoli 11 e 13 rischiano di comportare la chiusura degli aggregatori, andando paradossalmente a colpire il pluralismo e la diffusione delle notizie, obbligando le piattaforme di condivisione online ad attivare filtri preventivi, trasformandole in censori” conclude Dona.

L’associazione di consumatori aveva lanciato la campagna #pocheparole che fa riferimento alle poche parole di uno snippet (la breve descrizione che accompagna un link con la funzione anticiparne il contenuto).

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here