Conto corrente online: soldi in banca non sono tuoi, ecco perché

I soldi in banca non sono tuoi, lo dice la legge.

L’articolo 1834 del Codice civile, infatti, parla chiaro. Ecco cosa recita. Soldi sul conto corrente tra versamenti, prelievi e conclusione del contratto. Il saldo che vediamo sul nostro conto corrente è solo apparentemente nostro, facciamo chiarezza in merito su quello che forse non tutti sanno.

Al crescere dei soldi presenti sul conto corrente in genere aumenta, per risparmiatori ed investitori, l’ansia su come farli rendere tra soluzioni a basso rischio ed investimenti più dinamici come quelli in azioni.
I soldi in banca non sono tuoi, lo dice la legge

Pur tuttavia, c’è da dire al riguardo che, a norma di legge, i soldi in banca non sono tuoi, ovverosia il risparmiatore perde la proprietà sul proprio nel denaro nel momento in cui li affida all’istituto di credito.
L’articolo 1834 del Codice civile parla chiaro

Come riportato dal sito brocardi.it, in merito l’articolo 1834 del Codice Cvile parla chiaro in quanto recita che:

“Nei depositi di una somma di danaro presso una banca, questa ne acquista la proprietà ed è obbligata a restituirla nella stessa specie monetaria, alla scadenza del termine convenuto ovvero a richiesta del depositante, con l’osservanza del periodo di preavviso stabilito dalle parti o dagli usi.”

Tratto da TREND online

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here